Ai primi di Novembre

99df1561-f31d-4083-84bf-52140b57ab45

 

Non mi piace venirvi a trovare, laggiù,

messi in fila, inscatolati nel cemento,

piantati nell’asfalto, freddati dal marmo,

con le date d’inizio e fine, perentorie.

Preferisco incontrarvi, come siete per me,

straordinariamente vivi e guariti dal male,

dagli errori e i rimpianti, bellissimi per sempre,

come forse non speravate o non avete saputo,

ma adesso e per sempre lo siete, in questo

enorme palazzo della memoria, il mio,

il nostro, che abitate con me, dentro stanze perfette.

Non ci sono rintocchi, né grida, né lacrime,

nessuno può disturbarci, persino ridere possiamo,

dimenticarci di tutto, rivivere solo il bene, sempre.

A qualcuno dovrò lasciare le chiavi,

ma questo palazzo non sparirà.

 

 ©francescorandazzo2017

Un pensiero su “Ai primi di Novembre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...